fbpx

Il Chisciol di Tirano: gusto e tradizione in una frittella

Stampa

Il Chisciol di Tirano, piatto tipico della Valtellina, in una ricetta semplice e gustosa.

Il Chisciol è la frittella tipica di Terano, a base di grano saraceno e ripiena di formaggio di Casera: ottimo sia come piatto unico, sia come antipasto, oppure accompagnato da salumi o verdure.

Dal 2006 esiste una vera e propria confraternita, la Confraternita del Chisciol e dei vini del tiranese, che tutela e promuove i chiscioi e i vini del tiranese, tipicità dell’enogastronomia della Valtellina.

Ecco la ricetta della tradizione, facile e veloce, da gustare dopo una bella passeggiata per le vie di Tirano, oppure per fare il pieno prima di salire sul famoso Trenino Rosso che vi porta in Svizzera!

Ingredienti per 2 persone

100 g farina nera di grano saraceno
125 g farina bianca
125 g formaggio saporito semigrasso
1 bicchierino di grappa
acqua e sale q.b.
1 cucchiaio di strutto di maiale

Procedimento

Lavorate un composto morbido amalgamando in una terrina la farina nera, quella bianca, il bicchierino di grappa e il sale, aggiustando con l’acqua per ottenere la consistenza giusta, non troppo liquida: lasciatelo riposare in un luogo fresco e asciutto per circa 1 ora.

In una padella rigorosamente di ferro sciogliete un cucchiaio di strutto di maiale e aiutandovi con un cucchiaino umido fate scivolare un quarto dell’impasto, dandogli la forma di frittella: ricopritela quindi con il formaggio tagliato a fettine piccole e copritelo a sua volta con un altro quarto di pastella.

Quando la parte inferiore avrà preso un colore dorato e sarà ben cotta, capovolgete il vostro chisciol e lasciate cuocere per un’altra decina di minuti a fiamma bassa. Ripetete l’operazione per preparare l’altro chisciol con la metà dell’impasto avanzata e servitele calde, abbinate ad un contorno di cicoria.

Buon appetito!

Stampa