La Riviera del Brenta e il distretto delle calzature di lusso. Un week end tra arte e shopping di alta qualità

Stampa

Per gli amanti dell’arte e dello stile, ecco un itinerario per un week end originale e raffinato

La Riviera del Brenta con il suo distretto delle calzature è l’itinerario ideale per chi vuole trascorrere un week end in Veneto tra shopping di lusso, natura e le meravigliose ville patrimonio artistico del Veneto.

Si tratta della zona in Veneto che corre lungo il fiume Brenta ed unisce la laguna di Venezia al territorio della provincia di Padova. È un itinerario che attraversa varie contrade, in cui si possono visitare e ammirare le numerose ville che un tempo costituivano le dimore estive dei ricchi patrizi veneziani. Molte ville sono state progettate dal famoso architetto Andrea Palladio e inserite nell’elenco dei siti Patrimonio UNESCO.

Lo shopping in Riviera del Brenta: l’antica tradizione delle calzature di lusso

La Riviera del Brenta costituisce un famoso distretto dell’eccellenza delle calzature di lusso a livello mondiale. L’origine del successo dell’imprenditoria artigiana nel settore delle scarpe di alta qualità risale al XIII-XIV secolo, in stretta relazione con gli spostamenti dei nobili veneziani. Quando i ricchi patrizi della Serenissima risalivano il fiume Brenta per trascorrere le vacanze estive nelle loro ville erano soliti venire accompagnati dalla servitù, tra cui i “calegheri”. I “calegheri” erano i calzolai e i ciabattini che man mano hanno portato il loro sapere e la loro arte artigiana nelle zone della Riviera.

In seguito la svolta si ebbe nel 1898, anno dell’inaugurazione della prima industria calzaturiera meccanizzata a Strà. Importante fu la figura di Giovanni Luigi Voltan, che diede vita al primo complesso calzaturiero industrializzato d’Italia. Il Calzaturificio Voltan ebbe la funzione di scuola e fu il fulcro dello sviluppo dell’artigianato di calzature di alta gamma. Attualmente, il complesso calzaturiero della Riviera del Brenta realizza il 60% del fatturato del settore del Veneto e il 20% di quello nazionale. Moltissimi sono i Marchi di alta moda che scelgono i calzaturifici della Riviera per produrre le proprie linee di scarpe esclusive.

Fra i più famosi negozi di calzature di lusso troviamo: Fratelli Rossi a Vigonza, Del Brenta a Perarolo di Vigonza, BB Shoes a Fiesso, Corte della Pelle a Fiesso, Voltan a Strà e Tacchificio Riviera a Vigonovo.

Oltre allo shopping esclusivo che la Riviera propone, è possibile visitare il Museo della Calzatura presso Villa Foscarini a Strà. Il Museo racconta il percorso della famiglia Rossi nel settore delle calzature, ma è anche un raccoglitore delle conoscenze e della storia dell’evoluzione stilistica delle griffe. Sono presenti oltre 1500 modelli di calzature femminili di lusso, tra cui grandi firme come quelle di Dior, Yves Saint Laurent, Calvin Klein e molti altri ancora.

Storia della Riviera del Brenta: le ville dei patrizi veneziani e i burchielli

Le ville presenti nella Riviera del Brenta risalgono al periodo d’oro che la zona ha attraversato dal Cinquecento al Settecento. All’epoca i ricchi patrizi veneziani risalivano il fiume Brenta sui burchielli, lussuose imbarcazioni che fungevano da mezzo di trasporto. I battelli venivano trainati dalle riva da uomini o animali da tiro e portavano i nobili nei luoghi di villeggiatura.

Le ville ospitavano i patrizi veneziani durante i periodi estivi: le magnifiche dimore risaltano in tutto il loro sfarzo, circondate da giardini lussureggianti con siepi potate a disegno. Tra le ville più importanti da vedere ci sono Villa Gradenigo a Mira, Villa Pisani a Strà, Villa Foscarini Rossi sempre a Strà e considerata la più imponente con il labirinto all’interno del suo giardino, Villa Foscari detta La Malcontenta situata appunto a Malcontenta e costruita su progetto del Palladio.

Come arrivare in Riviera del Brenta

La Riviera del Brenta è raggiungibile in auto da ovest tramite l’autostrada A4 direzione Venezia uscita Dolo-Mirano, da sud percorrendo l’autostrada A13 e proseguendo per l’A4 uscita Dolo-Mirano, da est viaggiando sull’autostrada A27 e imboccando la tangenziale di Mestre direzione Venezia uscita Dolo-Mirano.
Per godere di questo itinerario tra arte e shopping nulla di meglio di un’auto confortevole come Mercedes Classe C SW o Classe E SW, con tanto spazio per valigie, scarpe e accessori di marchi noti in tutto il mondo per il design e la manifattura acquistati durante il tour.

Dove dormire

Lungo la riviera del Brenta ci sono diverse ville palladiane trasformate in residenze ed alberghi di lusso. Tra questi Villa Franceschi a Mira con un ristorante che saprà appagare i palati più raffinati.

 

Stampa