5 motivi per visitare l’Alaska, dove la natura regna sovrana

Stampa

È lo stato più grande degli Stati Uniti, con una superficie di più di 1 milione e 700 mila chilometri: l’Alaska è un territorio magico e incontaminato, dove pochi scelgono di andare ma di cui tutti si innamorano, per il suo fascino unico di Terra autentica e ancora inesplorata.

Il punto di arrivo è Anchorage, la capitale dello Stato, dove atterrano i voli intercontinentali e da cui poi, in auto o camper, si parte alla scoperta dei parchi naturali più belli dell’intero pianeta.
Il periodo preferito per visitare l’Alaska va da giugno ad agosto, ovvero quando si registrano le temperature più alte ma consigliatissimi sono anche i mesi immediatamente precedenti e successivi quando si può ancora godere di un clima mite, sfruttando anche i prezzi più bassi tipici della bassa stagione.
Nella stagione estiva, inoltre, le ore di luce sono moltissime, tanto che si arriva a sfiorare persino le 24 ore consecutive.

Sebbene non siano molti i turisti italiani che decidono di vivere l’esperienza di un viaggio in Alaska di buoni motivi per farlo ce n’è parecchi e sono:

  1. Ospita tre milioni di laghi e fiumi 
    Per scattare incredibili foto paesaggistiche, dai colori brillanti e intensi, in Alaska c’è solo che l’imbarazzo della scelta.
    L’immensa quantità di laghi e fiumi occupa almeno 8 ettari di territorio, offrendo spettacoli unici, di fronte cui rimanere a bocca aperta.
    Il più grande è l’Iliamna Lake, noto per la pesca al salmone mentre tra i più particolari c’è il Lake Hood che, ghiacciando d’inverno, viene utilizzato come una vera e propria pista di atterraggio per aerei.
  2. C’è il monte più alto di tutti gli Stati Uniti
    Con i suoi 6.194 metri,  il McKinley è la montagna più alta degli USA e si trova all’interno del Denali National Park and Preserve. Un’escursione all’interno di questo meraviglioso parco naturale è assolutamente imperdibile, per ammirare da vicino una gran quantità di animali selvatici nonché per trovarsi alle pendici dell’imponente vetta, al di sotto di cui sentirsi piccoli piccoli di fronte all’immensità della natura.
  3. Vi abitano moltissime specie di animali da avvistare
    Orsi, cervi, bisonti, orche…moltissimi meravigliosi animali selvatici abitano i territori impervi dell’Alaska ma la cosa davvero affascinante è che tanti di questi possono essere visti da vicino, attraverso esperienze on the road nei parchi naturali o partecipando a una crociera tra i fiordi e i ghiacciai.
    Da non dimenticare anche l’alce, che con il suo musetto simpatico è uno degli animali tipici degli ambienti rigidi come l’Alaska.
  4. È Terra di coste favolose e incredibili ghiacciai
    Sono molte le compagnie di crociere e traghetti che offrono esplorazioni via mare delle coste dell’Alaska.
    È questo il modo migliore per ammirare il territorio da un’altra prospettiva, avendo anche la possibilità di trovarsi a poca distanza da delfini, orche e leoni marini.
    Il ghiacciaio Portage Glacier, è sicuramente il più visitato – e più facilmente accessibile – ad un paio d’ore da Anchorage.
  5. Offre il magico spettacolo delle Northern Lights
    Da settembre ad aprile, non è raro assistere in Alaska all’incredibile spettacolo dell’Aurora Boreale.
    Il cielo si illumina così di meravigliose luci verdi e gialle che, come le pennellate di un artista, vanno a tingere il cielo scuro della notte esquimese.

 

Stampa