fbpx

Alla scoperta della Franconia, viaggio in Germania

Stampa

Un itinerario fra vini bianchi pregiati e tesori d’arte ineguagliabili

Se siete in cerca di una vacanza che riesca ad unire la possibilità di ammirare splendidi paesaggi naturali, alcuni dei quali ancora incontaminati, all’opportunità di fare frequenti “incursioni” gastronomiche, abbinate a degustazioni di eccellenti vini, allora la vostra meta è la Franconia!

Percorrendo questa  zona della Baviera settentrionale ricca di bellezze naturali, di castelli e di opere d’arte di inestimabile bellezza e valore, non perdetevi, quindi, un assaggio di  uno dei famosi vini bianchi prodotti nella regione, vere specialità enologiche che prendono il nome di Muller -Thurgau, Sylvaner, Kerner o Bacchus.

La bontà dei vini della regione deriva dal clima, che permette una maturazione adeguata dei grappoli e di conseguenza la produzione di ottimi vini, che  vengono imbottigliati, come da tradizione, nella Bocksbeutel, una bottiglia verde o marrone simile ad un fiasco, che li rende immediatamente riconoscibili. Un gustoso souvenir da riportare a casa! Potete, però, anche assaggiarlo  sul posto in una delle numerose feste del vino organizzate nella zona  o nel corso di una vista ad una cantina (interessante quella che si trova nel sottosuolo della città di Wurzburg, una delle più grandi della Germania) o durante una cena in uno dei numerosi  ristoranti del centro.

Non solo vino, però, perchè la Franconia offre anche cultura, borghi dal fascino senza tempo, castelli ed opere d’arte uniche. Centro della regione è Wurzburg, città molto suggestiva, situata all’inizio della Via Romantica e attraversata dal  fiume Meno, in un bellissimo scenario di ordinati vigneti. L’antica Università, fondata nel 1402, la fortezza Marienberg  e la maestosa Residenza dei Principi Vescovi, grande espressione di arte barocca  inserita nella lista dei  patrimoni dell’umanità dell’Unesco,  sono i capolavori architettonici più significativi di Wurzburg.  All’ interno dell’antica  sede vescovile  non passa inosservato quello che viene considerato il più grande affresco del mondo, che decora  lo Scalone d’Onore, realizzato dal veneziano  Giovanni Battista Tiepolo nel 1752/53, raffigurante quattro continenti, Europa, Asia, Africa e America.

 Per gli amanti della musica classica un’occasione da non perdere è il Festival di Mozart, che si svolge ogni anno nel Cortile d’Onore della Residenza tra maggio e luglio.

Un viaggio in  Franconia vi resterà nel cuore, facendovi fare un tuffo nella storia e lasciandovi ricordi ed emozioni indimenticabili.

 

 

 

Stampa