South Australia, un viaggio da film

Una terra incantevole scelta da molti registi e produttori per i set cinematografici più caratteristici e suggestivi al mondo, un itinerario dedicato a chi desidera vivere e ammirare gli stessi luoghi e le stesse emozioni

Stampa

Paesaggi differenti, capaci di tramutarsi in pochi chilometri da fauna endemica a lunghe spiagge, da verdi colline a città metropolitane, questa è la principale caratteristica che rende lo stato  del South Australia un perfetto set cinematografico. Registi e produttori hanno scelto e scelgono tuttora proprio questa terra per girare i migliori film della storia, prossimi al grande schermo sono
“The Boys are back”, che ha come protagonista Clive Owen, “Closed for Winter”con Natalie Imbruglia ed il film 3D “Under the Sea”, narrato da Jim Carrey.
L’ultima produzione di Scott Hicks, The Boys Are Back, è stata girata in più di 33 luoghi diversi nel South Australia, dalle spiagge della Fleurieu Peninsula ai vigneti delle Adelaide Hills. Questa è la prima volta che il regista, che vive da molti anni ad Adelaide, decide di ambientare e girare un film localmente, dopo il successo e l’Oscar vinto con il film Shine. Commentando questa nuova regia, Hicks ha affermato: "Adelaide è casa mia da quando sono arrivato in Australia da giovane. Ho tratto sempre ispirazione dal South Australia, dalle sue bellezze naturali e dalla varietà del paesaggio."
La cantante ed attrice televisiva, Natalie Imbruglia, ricopre per la prima volta un ruolo da protagonista nel film Closed for Winter, tratto dall’acclamato romanzo australiano di Georgia Blain. "Mi è piaciuto molto girare il film ad Adelaide. – commenta Imbruglia – Le location come Henley Beach e Semaphore mi hanno ricordato la mia infanzia nel New South Wales."
La fauna marina del South Australia è stata recentemente protagonista nel film Under the Sea 3D, un nuovissimo film in 3D prodotto dalla Warner Brothers e narrato da Jim Carrey. La Eyre Peninsula è al centro della scena con le star acquatiche del South Australia come i grandi squali bianchi, la seppia gigante, il drago marino frondoso e i leoni mariniaustraliani.  
Anche il regista di Australia, Baz Luhrman, afferma di aver tratto ispirazione per il soggetto del film dalla “Great Australian Outback Cattle Drive” del 2005, a cui prese parte. Il prossimo anno tutti i visitatori potranno vivere giorno per giorno la vita dei veri mandriani, mangiare e dormire sotto le stelle, partecipando alla “Great Australian Outback Cattle Drive” 2010 dal 30 luglio al 29 agosto, per vivere un’indimenticabile ed unica esperienza australiana.
Se vi siete innamorati del film, v'innamorerete di questo viaggio nell'outback del South Australia.
Per informazioni visitare il sito www.southaustralia.com

Stampa