Austria che sorprende, da Mozart a Sissi

Se state cercando un luogo dove rifugiarvi per smaltire le feste natalizie, Salisburgo e la settimana Mozartiana è quello di cui avete bisogno! E i più romantici possono proseguire per Vienna..

Stampa

Lo spirito di Schönbrunn vi accompagnerà anche una volta rientrati in centro: dall’Hofburg all’Opera, dalla Votiv Kirche al Volksteather. Splendidi palazzi, castelli e chiese di tutte le epoche affiancati da audaci e fantasiose costruzioni contemporanee: una vita culturale vivacissima che accontenta tutti i gusti e un'intensa vita notturna in tutte le stagioni contribuiscono molto al fascino della città. Certo una puntata all’hotel Sacher per gustare l’omonima torta non può mancare. Dopodiché sarà il caso di toccare con mano le idee innovative di Klimt esposto permanentemente a palazzo “Belvedere”, o esplorare la follia di Egon Schiele, splendido interprete di un inizio secolo quanto mai devastante. Schiele è un po’ ovunque in città: presso la collezione Leopold, nel MuseumsQuartier, come nel palazzo liberty di Secession. Proprio qui vicino potrete concedervi il pranzo ideale per respirare l’aria multiculturale della capitale austriaca. Sarete giunti a Flaschmarkt, con i suoi mille ristorantini che si aggrovigliano affollati in un lungo piazzale: profumi di spezie orientali e acri sapori turco mediterranei, delicate ostriche e piatti di carne aromatizzata, ma anche cibi biologici e vegetariani.

Le giornate a Vienna paiono senza tempo, ma sono scandite da appuntamenti fissi: l’esibizione della scuola cavallerizza spagnola al mattino e le campane di Stephansdome alla sera, ma nell’ora in cui il sole cala all’orizzonte consigliamo di assistere alla meraviglia della città che accende le sue mille luci dall’alto delle centenarie cabine della ruota del Prater. Scorgerete così il Danubio, tanto malinconico in inverno quanto affollato in estate. Tornati a terra, mentre vi avviate verso uno dei molti ristoranti tipici viennesi, potreste imbattervi nell’ultima sorpresa: tra le lussuose vetrine del centro storico una cantante lirica intona le arie della “Carmen”. Fermatevi, come abbiamo fatto noi, e ascoltate in silenzio insieme alle molte persone che si raduneranno entusiaste introno a voi. La città-teatro diviene tale diventa realtà. La magia si accende e lo spettacolo ha inizio.

Testi di Massimo Frera e Veronica Del Punta

Photo credit: Tourismus Salzburg GmbH e autori.

Se siete una famiglia, un  gruppo o un’agenzia viaggi e volete una consulenza mirata e organizzare un tour, con accompagnatore specializzato dall’Italia rivolgetevi a:
Progetto V.D.O. – Viaggi di Oannes – infovdo@libero.it

Stampa