fbpx

Guida alle città più Cool: Amsterdam

Stampa

Famosa per i Coffee Shop e il quartiere a luci rosse, Amsterdam si distingue non solo per gli eccessi ma anche per la concentrazione di cose da vedere facilmente raggiungibili in bicicletta

Amsterdam è una delle città più visitate d’Europa ed anche, ormai nell’immaginario comune, anche la più libertina tra le capitali. Il fascino della trasgressione legalizzata affascina anche i visitatori più insospettabili, che raggiungono l’Olanda spinti dalla curiosità e dai racconti sui caratteristici Coffee Shop, dove le droghe leggere non solo sono tollerate ma vengono vendute come fossero farmaci.

I Coffee shop assieme al famoso Quartiere a Luci Rosse sono però, per quanto celebri, solo una piccola parte di ciò che può offrire la capitale olandese ad un turista in visita alla città, qualsiasi siano i suoi gusti. Una delle caratteristiche principali del centro di Amsterdam è quello di essere molto compatto, con una densità di punti di interesse e di luoghi da visitare molto alta. Questo facilita la visita, resa ancora più agevole dal fatto che praticamente tutti gli abitanti del posto parlano l’inglese.

Ecco allora un piccolo tour fra le principali cose da vedere ad Amsterdam tutte raggiungibili comodamente in bicicletta, il mezzo di trasporto ufficiale grazie al bike sharing e alle numerose piste ciclabili che scorrono lungo i canali e attraverso i numerosi ponti; caratteristica che la rende in assoluto la città più bike-friendly d’Europa.

Di davvero imperdibile c’è il Museo di Van Gogh, il celebre artista che ha qui in patria la sua più grande collezione, con oltre 200 dipinti che non hanno mai lasciato la terra natia. Un consiglio è quello di visitarlo il venerdì sera quando la chiusura viene posticipata fino alle 10 e la visita viene arricchita da particolari esibizioni dal vivo di musicisti e DJ, assieme a delle mostre temporanee. Per la parte più medievale invece si può entrare nel Waag, un antico edificio simile ad un castello, che ha svolto numerose funzioni nella storia, fra cui quello di punto di pedaggio per le merci d’importazione e di sede della corporazione dei medici, tanto che è stato dipinto qui la famosa opera di Rembrandt Lezioni di Anatomia del Dr. Tulp.

Affascinante anche la possibilità di attraversare i numerosi canali a bordo di un battello storico come quelli del St. Nicolaas Boat Club, che organizza tour della città attraverso antichi battelli utilizzati per il trasporto delle merci. Se non avete tempo di uscire da Amsterdam per andare a visitare i famosi mulini a vento, la soluzione ideale è il Brouwerij’t IJ, un mulino a vento in pieno centro città che ospita in realtà una storica fabbrica della birra, dove si possono gustare sia le birre di produzione che molte etichette da tutto il mondo: due piccioni con una fava.

Dopo tanto girare arriva anche il momento dello shopping, e il luogo ideale è l’Albert Cuypmarkt, il mercato all’aperto più grande d’Olanda e probabilmente di tutta Europa, dove si possono acquistare oggetti di ogni tipo a prezzi ridotti. Si trova nel quartiere Latino di Amsterdam, luogo perfetto per cenare in uno dei numerosi ristoranti etnici e per trattenersi nei molti locali notturni. Poco distante merita una visita anche la fabbrica della birra Heineken. Per un menù più sofisticato invece il consiglio è quello di visitare il ristorante dell’Hotel de l’Europe, con gli splendidi tavoli all’aperto che corrono lungo il canale.

Stampa