fbpx

Visitare Villa Zileri a Vicenza, sulle tracce di Giambattista Tiepolo

Stampa

Nel cuore del Veneto, nei pressi di Vicenza si trova un complesso monumentale del 700 con magnifici affreschi di Giambattista Tiepolo e circondato da un parco meraviglioso.

Oggi Villa Zileri Motterle, conosciuta anche come Villa Loschi Zileri, è un complesso molto vasto e ben organizzato, aperto a eventi e visite turistiche, con possibilità di affittare un appartamento o un ufficio per la propria attività . Perfetto per chi ama la bellezza dei giardini veneti e la storia dell’arte, dato che l’edificio porta – nelle sue decorazioni interne – la firma della mano di un grande artista: Tiepolo. Eppure fino a tre secoli fa qui c’era ben poco. E quando la proprietà fu acquistata dal conte Nicolò Loschi, nel 1436, c’era solo la vasta piana del Biron e un monastero antico.

La villa e le sue estensioni, i locali ricavati oggi per gli eventi ma soprattutto il bellissimo parco che fa parte a pieno merito del circuito dei Grandi Giardini Italiani, sono il risultato di menti lungimiranti e appassionate di estetica. Solo lasciando in eredità la bellezza si può tramandare un segno eterno di sé a chi verrà dopo. Una filosofia che qui, a Villa Zileri Motterle, è realtà.

Villa Zileri, storia di un palazzo e del suo parco

Dopo l’acquisto della proprietà, la famiglia del conte Loschi ne ottenne i prodotti agricoli ma non fu interessata ad altro per circa due secoli. Fu solo alla fine del XVII secolo che i piccoli casolari e i magazzini sparsi nei campi divennero parte di un complesso grande ed elegante. L’edificio iniziò con un portico con loggiato e si sviluppò, tra il 1729 e il 1736, in una vera e propria villa dal corpo ampio ed elevato su tre piani.

La sistemazione del verde intorno deve attendere il XIX secolo, e  la contessa Drusilla Loschi che chiama l’architetto Caregaro Negrin e Balzaretti per il rinnovo del giardino in forma di parco all’inglese. Venne creato così il giardino spettacolare che si ammira ancora oggi. Vennero ripristinate anche alcune costruzioni antiche, come la chiesa di San Francesco e la Grotta delle Conchiglie nella ex limonaia.

Cosa vedere a Villa Zileri

La visita guidata inizia dal parco, uno splendido esempio di giardino all’inglese disegnato secondo la tipologia dello stile romantico del tempo. I sentieri, per lo più in ghiaietta, si snodano tra aiuole curatissime e abbellite da siepi tagliate in modo artistico. Fiori di ogni specie profumano e colorano l’ambiente, all’ombra di grandiosi alberi, alcuni secolari, voluti dalla passione per la botanica dalla contessa Drusilla attorno al 1850, e per amore dopo i viaggi esotici in Giappone e negli Stati Uniti, da Alessandro Zileri nel Novecento.

La bellezza dell’esterno prepara sicuramente ad apprezzare ancor di più quella degli interni. Parte del complesso di villa Zileri e del suo percorso di visita è poi la Chiesetta di S Francesco , ricostruita su copia fedele dell’originale seicentesco.

Il complesso di Villa Zileri Motterle vanta al suo interno diversi ambienti in locazione, tra cui uffici di rappresentanza, show room, palestre, ristorante, salone di bellezza e appartamenti ad uso abitativo.

Ad impreziosire ulteriormente la villa, vi è inoltre un percorso di visita che inizia dallo scalone monumentale . Questo, su progetto dell’architetto Muttoni, crea un effetto scenico a sorpresa conducendo il visitatore al salone del Piano Nobile. Affrescato nel 1734 da Giambattista Tiepolo , su commissione del conte N. Loschi, si può ammirare un ciclo di immagini rappresentante le virtù che vantava di possedere la nobile famiglia vicentina.

Vivere in Villa

Chi desidera vivere a pieno la bellezza di Villa Zileri Motterle, ha la possibilità di locare in uno dei 40 appartamenti immersi nel verde del parco della villa, ricavati dalle dépendance e dalle ex scuderie rimesse a nuovo, pur mantenendo l’aspetto rustico. Le abitazioni completamente arredate, sono fornite di parcheggio privato e di un ampio giardino per poter offrire un completo relax. Un’ottima base per chi volesse trasferirsi a Vicenza a lungo termine.

Nei dintorni della Villa

Villa Zileri Motterle sorge a Monteviale un paesino collinare di 2000 abitanti situato alle porte di Vicenza. Di fatto, una brevissima distanza separa i due centri, che sono quasi una cosa sola. Dunque, visitare Vicenza e le sue meraviglie –  Basilica Palladiana, Loggia del Capitanio, Palazzo Chiericati, le Ville Palladiane, le spettacolari chiese – è la prima scelta di chi alloggia qui.

Un tour delle ville venete è altamente consigliato, partendo proprio da Villa Zileri Motterle e esplorando i dintorni sulle tracce del Palladio. Ma a solo mezz’ora di macchina da Monteviale si trova Padova, con le sue terme e i suoi monumenti. E il lago di Garda con Peschiera e i suoi parchi è a un’ora di strada mentre meno di un’ora di viaggio separa il paese da Verona. Venezia si trova a est, e si raggiunge con 54 minuti di autostrada.

Informazioni utili

Per arrivare a Villa Zileri: prendete come punto di riferimento Vicenza. Tramite aereo potete atterrare al Catullo di Verona oppure al Marco Polo di Venezia, entrambi molto ben collegati con il capoluogo vicentino e i suoi dintorni.

Una moderna stazione ferroviaria serve chi arriva qui via treno. Si potrà quindi arrivare a Monteviale con gli autobus urbani.

In macchina, da ovest basta seguire la autostrada A4 Brescia-Padova con uscita diretta Vicenza. Da Venezia seguire le indicazioni fino a Padova e da lì immettersi sulla A4 verso Brescia.

Orari e biglietti:   per avere maggiori informazioni su appartamenti e uffici si prega di scrivere a: info@villazileri.com oppure di contattare lo 0444 570141.
Orari ufficio: dal lunedì al giovedì 8.30/12.30 – 14.00/17.00
Il venerdì solo mattina.

Alcune e foto sono gentilmente concesse da Archivio Grandi Giardini Italiani, altre sono tratte dal sito ufficiale di Villa Zileri.

Stampa