Guida alle città più cool: Istanbul

Un melting pot di culture diverse fanno del quartiere europeo Beyoglu ad Istanbul un luogo di vita frenetica, ricco di arte, cultura e locali per lo shopping ed il divertimento

Stampa

La posizione intermedia tra Oriente e Occidente fa di Istanbul una città da sempre abituata ai rapidi cambiamenti e alla convivenza di diverse culture, caratteristiche ormai presenti nel DNA stesso di questa metropoli che ha visto nella storia succedersi e mescolarsi i più grandi popoli come quello greco, macedone, romano ed ottomano. Oggi Istanbul è una città frizzante e movimentata, ricca di eventi e di appuntamenti esclusivi, con l'età media più bassa d'Europa.

Il centro vitale di Istanbul è sicuramente il quartiere di Beyoglu, affacciato sul golfo del Bosforo e da sempre la parte più europea e cosmopolita della città costituendo fin dal principio il principale insediamento dei non turchi. Chiamato anche la "Soho di Istanbul" questo enorme quartiere è il centro della vita quotidiana grazie ai numerosi negozi e alle boutique della ?stiklal Caddesi, la via commerciale che attraversa tutto il quartiere. La densità di negozi in cui fare shopping è talmente alta che spesso è consigliato guardare in alto, dato che le vetrine più importanti possono trovarsi anche al secondo piano.

 

SHOPPING A ISTANBUL

Se invece siete alla ricerca di un'esperienza di shopping particolare, dovete recarvi nel il mini-quartiere Çukurcuma. E' questa infatti l'anima vintage di Beyoglu, e lungo le su tranquille vie si incontrano numerosi venditori con i loro carretti pieni di oggetti curiosi di varie epoche, mentre nelle sale dei negozi si trovano i più raffinati oggetti d'antiquariato europeo ed orientale. Il più rinomato è "A La Turca" anche se non è facile trovarlo dato che, come per tutti gli altri negozi, non esiste un'insegna esterna che permetta di riconoscerlo. A spezzare l'incantesimo che ci ha portato nell'antichità è il poco distante Müstamel E?ya Evi, un negozio di modernariato interamente dedicato a mobili e arredo degli anni '70 o giù di lì. Una visita la merita sicuramente la galleria Nahide che raccoglie invece le energie produttive di una serie di artisti turchi e dov'è possibile trovare oggetti di design e piccoli pezzi d'arredo contemporanei. Molto simpatico il Café 49 nel cui menù oltre ad un té o ad un çay da sorseggiare si trovano anche i prezzi di divani, specchi, tavoli e sedie, tutti acquistabili!

I QUARTIERI DA VISITARE
Un'altra zona del quartiere Beyoglu rappresenta invece l'anima artistica contemporanea di Istanbul: Tophane. Questo quartiere ha subito una rapida trasformazione, iniziata nel 2004 con l'apertura in riva al Bosforo dell'Istanbul Museum of Modern Art, e che ha cambiato l'anima di questo quartiere popolare che è diventato in breve tempo il punto di riferimento per giovani artisti e mercanti d'arte, non senza atriti con i vecchi residenti affezionati al clima tradizionale, e che vedono ora quello che prima era un deposito di tabacco trasformarsi d'improvviso nel luogo di ritrovo di creativi, registi e musicisti.

VITA NOTTURNA AD ISTANBUL

A sconvolgere ancora di più la già frenetica vita di questa città, la più popolosa d'Europa con i suoi 12 milioni di abitanti, è la night life di questo quartiere, denso di ristoranti, pub e bar aperti a tutte le ore e dove si mescolano nel divertimento persone da tutto il mondo. Il più eslcusivo di questi locali è il Ristorante Topaz, che rialzato e affacciato sullo splendido Golfo del Bosforo illuminato rappresenta un'oasi di pace in questa coinvolgente frenesia. Per un soggiorno esclusivo nel centro della vita della capitale culturale della Turchia consigliamo invece i lussuosi appartamenti dell'Hotel A'jia, un vero gioiello premiato con il Condé Nast Johansens Award per l'eccellenza del suo serivizio.

Stampa